Parola d’ordine: pensiero laterale

Parola d’ordine: pensiero laterale

Per dar vita a nuove idee, sappiamo bene quanto sia importante trasformare i pregiudizi, far leva sulla creatività e sul pensiero laterale.

È da oltre 40 anni, infatti, che prendiamo ispirazione dal celebre psicologo maltese Edward De Bono, colui che coniò il termine “pensiero laterale”, per indicare la modalità di risoluzione di un problema mediante l’osservazione del problema stesso da differenti angolazioni.

Nella metà degli anni ’80, prima della diffusione delle teorie di De Bono, si tendeva a focalizzare la propria attenzione su un’unica soluzione diretta al problema, utilizzando la cosiddetta logica sequenziale o verticale. Oggi, invece, lavoriamo sulla trasformazione degli stereotipi, creando alternative e mettendo in discussione i presupposti. 

Di conseguenza, per ciascun problema è sempre possibile individuare molteplici soluzioni, mediante strumenti che facilitano il processo di pensiero, generando in maniera creativa ipotesi e idee, per poi poter passare alla risoluzione e al piano d’azione.

Bisogna mantenere allenata l’inventiva affinché possa generare nuove idee!